GILTIG arredamento alla moda firmato IKEA

 

giltig ikea

Sembra di essere catapultati in un party folle fatto di gatti, pesci colorati, bulbi oculari, cervelli, tinte maculate, che sbucano da piatti e bicchieri, tazze, federe,  copripiumini e molto altro ancora.

L' artista londinese Katy Eary
L’ artista londinese Katy Eary

Si chiama GILTIG questa insolita e coloratissima collezione IKEA di articoli per la tavola e tessili per la casa, frutto della collaborazione con la stilista londinese Katy Eary.

“Voglio portare un’onda di energia nelle case, contribuire a dare personalità agli ambienti”, così Katy Eary commenta la sua collezione, decisamente fuori dagli schemi.

Oggetti su cui sono impresse stampe visionarie e surreali che catturano gli sguardi, arredi che incuriosiscono e, da soli, trasformano un’ intera stanza con un tocco di originalità e colore.

GILTIG, disponibile dal 1°aprile e in edizione limitata in tutti gli store IKEA, sarà la prima di una lunga serie di collezioni, che il colosso svedese di arredamento low cost ha in programma con diversi artisti emergenti internazionali.

Un connubio certamente interessante, dove l’arte diviene arredo per la casa, a prezzi accessibili a tutti!

Info: http://www.ikea.com/ms/it_CH/ikea-collections/giltig/index.html

GIAPPONE SEGRETO – Capolavori della fotografia dell’800

Kusakabe Kimbei (attr.), Il Parco del Principe Hotta a Tokyo, ante 1893
Kusakabe Kimbei (attr.), Il Parco del Principe Hotta a Tokyo, ante 1893

Fino al prossimo 5 giugno, al Palazzo del Governatore di Parma, sarà in mostra il Giappone Segreto: un’esposizione di 140 fotografie originali, capolavori della scuola di Yokohama (Yokohama Shashin) realizzate da grandi maestri giapponesi ed europei fra il 1860 e il 1910.

In quel tempo il Giappone, che si stava aprendo all’ Occidente, fu testimone di un insolito connubio tra la tecnica fotografica occidentale e la maestria dei pittori locali, eredi di un’antica e raffinata tradizione, capaci di applicare perfettamente il colore anche su minuscole superfici in carta all’albumina, al punto da renderle difficilmente distinguibili dalle moderne fotografie a colori. Leggi tutto “GIAPPONE SEGRETO – Capolavori della fotografia dell’800”

COPPA COBRAM INSIDEGARDA – edizione speciale 2016

coppa cobram

Ritorna il prossimo 5 marzo, in un’edizione tutta special, la Coppa Cobram, la gara ciclistica amatoriale demenziale, non competitiva!

coppa cobram lago di garda

La Coppa Cobram InsideGarda – edizione speciale 2016, prende il nome direttamente dal principale sostenitore della manifestazione. InsideGarda infatti, è una nuovissima realtà gardesana riguardante il Consorzio Albergatori e Ristoratori Sirmione e Hotels Promotion Desenzano che hanno siglato un importante progetto: le due associazioni collaborano per la realizzazione di eventi di rilievo sul Benaco.

Non aspettatevi però nulla di simile alla classica edizione di fine estate. Questa avrà innanzitutto un limitato numero di partecipanti, fissato a 150, che saranno invitati a rispettare un rigidissimo dress-code: abbigliamento rigorosamente fantozziano o vintage. Leggi tutto “COPPA COBRAM INSIDEGARDA – edizione speciale 2016”

VIVIAN MAIER. Una fotografa ritrovata

September 10th, 1955, New York City
September 10th, 1955, New York City / © Vivian Maier/Maloof Collection, Courtesy Howard Greenberg Gallery, New York.

Si sa che molti artisti diventano famosi solo dopo la loro morte. È il caso di Vivian Maier (New York, 1926 – Chicago, 2009), tata americana di mestiere, ma fotografa per vocazione, in mostra per la prima volta a Milano, fino al 31 gennaio presso lo Spazio Forma Meravigli, con 120 fotografie in bianco e nero, realizzate tra gli anni ‘50 e ’70 tra New York e Chicago, insieme a una selezione di immagini a colori scattate negli anni ’70 e ad alcuni filmati in super 8.

Aldilà dei suoi scatti,  ciò che incuriosisce di Vivian Maier è proprio il mistero che aleggia sulla sua vita e su sé stessa. Leggi tutto “VIVIAN MAIER. Una fotografa ritrovata”

GAUGUIN – Racconti dal Paradiso

Gauguin_donnesdraiate_bassa
Paul Gauguin, Donne tahitiane sdraiate (Arearea no vara ino, “Il divertimento dello spirito maligno”), 1894 Olio su tela, cm 60 x 98 © Ny Carlsberg Glyptotek, Copenhagen /Photo: Ole Haupt

 

“Il primo amore,

la prima aurora,

la prima isola dei mari del sud,

sono ricordi unici, di emozioni vergini”

(R.L. Stevenson)

 

Un’esposizione di opere di Paul Gauguin (1848-1903) in Italia è sempre un evento, e ancora più eccezionale è quanto è possibile ammirare fino al 21 febbraio 2016, al MUDECMuseo delle Culture di Milano, con la mostra GAUGUIN. RACCONTI DAL PARADISO.

Attraverso quadri, ceramiche, sculture e incisioni percorreremo l’itinerario artistico e geografico di Gauguin, osservando come i viaggi hanno influenzato il suo percorso artistico. Sarà infatti possibile ammirare una settantina di sue opere, insieme ad alcune significative di Cézanne, Pissarro e Van Gogh, provenienti da diversi musei e collezioni private internazionali, talune esposte per la prima volta in Italia.

La mostra si concentra sulle fonti figurative dell’artista francese, che spaziano dall’arte popolare della Bretagna francese, all’arte dell’antico Egitto; da quella peruviana della cultura inca, alla cambogiana e alla javanese, fino ad arrivare all’arte, alla vita e alla cultura della Polinesia. Leggi tutto “GAUGUIN – Racconti dal Paradiso”