VIAGGIO IN POLINESIA … PASSANDO DA TOKYO !

polinesia

La Polinesia da tempi immemori, è sempre stata per me “la meta di viaggio” e per questo ho voluto tenerla da parte, diciamo così, per un’occasione speciale: le mie nozze.

Premetto che è sicuramente una destinazione importante e impegnativa sia sotto il profilo economico che sotto quello organizzativo, quindi consiglio di iniziare a programmare questo viaggio almeno un anno prima.

Chi sceglie questa zona lontana del mondo, spesso si è già documentato in passato e dunque sa già indicativamente dove vuole andare, cosa vedere ecc., però può accadere anche che “in corso d’opera”, in maniera anche sorprendente e inaspettata, qualcosa cambi e l’itinerario prenda sfumature diverse e questo è quello che è accaduto a noi.

Avevamo più o meno chiaro un budget, la durata del viaggio e il periodo, le isole da visitare, così ci siamo messi a “caccia” di un’agenzia specializzata.

Solitamente io e mio marito, organizziamo i nostri viaggi da soli, ma essendo questa una meta a lunghissimo raggio non abbiamo voluto rischiare e con il senno di poi, abbiamo fatto bene, visti alcuni intoppi capitati (normale direi…) durante il percorso.

Quello che mi ha sorpreso in questa ricerca, è la mancanza in Italia di agenzie specializzate davvero su questa destinazione. Tutte ti propongono la stessa cosa, a prezzi da mutuo trentennale, utilizzando semplicemente i patinati cataloghi dei tour operator sui quali si appoggiano; c’è poi stata la ciliegina sulla torta per quanto riguarda una nota agenzia turistica veronese, di cui non faccio il nome, ma è presente spesso anche nelle fiere dedicate agli sposi, che in maniera altezzosa non ha voluto farci nemmeno il preventivo perché l’avevamo richiesto anche ad altri… preferisco non commentare…

Poi grazie a vari siti di viaggiatori, primo fra tutti turistipercaso.it, abbiamo trovato la KIA ORA VIAGGI e da lì è iniziato tutto!

KIA ORA è un tour operator di Spinea (VE) specializzato (l’unico che abbiamo trovato nelle nostre ricerche) su mete a lungo raggio come la Polinesia. Disponibilissimi, pazienti e professionali ci hanno aiutato a costruire il nostro viaggio di nozze, facendoci anche risparmiare rispetto a quanto viene attualmente preventivato dalle classiche agenzie viaggio, il tutto tramite e-mail e telefono.

giapp-polinesia_110Per questa meta, consiglio minimo due settimane a disposizione, meglio tre, altrimenti cambiate destinazione, non ne vale la pena vista la lunghezza del viaggio, dove in totale bisogna mettere in conto almeno 24 ore solo di volo sia all’andata che al ritorno, tralasciando le ore per gli scali ed eventuali ritardi; come periodo, noi siamo andati da metà settembre ai primi di ottobre. In teoria siamo ancora nella stagione cosiddetta buona, ma qualche pioggia, anche se breve l’abbiamo beccata…ma si sa che ormai il tempo non è più quello; come riferimenti per documentarsi e organizzare il tutto, consiglio oltre a turistipercaso.it, anche tripadvisor, gullivercrociere.it di Michele Salvatore, la guida della Lonely planet e vari diari di viaggiatori online.
Gentilissimi poi sono stati l’Ufficio Turistico giapponese e quello della Polinesia francese, che su mia richiesta, mi hanno mandato a casa un po’ di materiale cartaceo.

Alla fine l’itinerario del viaggio, grazie anche ai suggerimenti e proposte della Kia Ora è risultato il seguente: Tahiti, Tahaa, Bora Bora e Rangiroa, il tutto passando dal Giappone. Leggi tutto “VIAGGIO IN POLINESIA … PASSANDO DA TOKYO !”

Leggende, curiosità e misteri del lago di Garda. Intervista a Simona Cremonini.

Leggende, curiosità e misteri copertinaÈ a due passi da Brescia, pensiamo di conoscerlo in lungo in largo, ma ne ignoriamo spesso la storia, il folclore, le leggende, i misteri…

Ho intervistato Simona Cremonini, autrice del libro “Leggende, curiosità e misteri del lago di Garda”, una sorta di guida turistica che racconta e illustra il lago di Garda da un punto di vista diverso: quello delle tradizioni e dei racconti magici, spaventosi, insoliti, curiosi, misteriosi che trascinano il lettore in un viaggio intorno al lago più grande d’Italia, diverso da quelli descritti nelle classiche guide turistiche tradizionali. Leggi tutto “Leggende, curiosità e misteri del lago di Garda. Intervista a Simona Cremonini.”

SEVILLA: La Feria de Abril!

IMG_2321
Plaza de Espana – Foto di Angela Di Matteo

 

Siviglia, ti accoglie con il suo profumo di fior d’arancio, con i suoi giardini e patios nascosti; con la sua antica tradizione araba e con le sue viuzze tortuose e silenziose, che si animano al calar del sole, dando il via alla famosa movida spagnola. È in questa città, che si coglie la quintessenza dell’ Andalusia:  flamenco, corrida, tapas, tradizioni che diventano ancor più accentuate durante la famosa settimana della Feria de Abril, che ogni anno si svolge in aprile. Durante questo evento, che richiama moltissimi visitatori e per il quale è d’obbligo prenotare trasporti e hotel in anticipo, gli andalusi, si riversano in strada a ogni ora del giorno e della notte, scatenandosi in passionali flamenco, sevillanas, mentre il suono delle chitarre riempie l’aria di note arabo-andaluse. La Feria de Abril, è una manifestazione sentita da tutta la popolazione e si svolge dopo la Semana Santa. Deriva da antiche sagre agricole del XIII sec., anche se la forma moderna risale al 1847, quando si decise di fare una fiera per il commercio del bestiame. Col passare degli anni, si è trasformata in un evento festoso, fino

Foto Feria de Abril – Archivio Uff. Spagnolo del Turismo

 

a divenire una delle celebrazioni

Inserisci una didascalia

folcloristiche più importanti di tutta la Spagna. La Feria, ha luogo su un vasto spazio adibito, El Real de la Feria, nell’area di Los Remedios, a sud-ovest del centro cittadino, sulla riva ovest del fiume Guadalquivir. Nello spazio, vengono montate le caratteristiche casetas, casette in legno e tela, di proprietà privata (famiglie, imprese, associazioni) alle quali si può accedere solo se invitati. Possedere una caseta, è un segno di prestigio. Ogni famiglia importante, istituzione, partito politico osocietà ha la sua caseta, dove si intrattengono gli ospiti, si rinsaldano relazioni sociali, ma soprattutto si mangia, si beve e si balla al ritmo di flamenco. In ogni modo, c’é una grande ospitalità,ed è molto facile che si invitino passanti e turisti. Vi sono comunque anche, casette pubbliche. All’ interno dell’area ci si muove solo a piedi o a cavallo. C’è un’atmosfera di grande allegria: cavalli agghindati con nastrini multicolori, carretti dipinti e cantanti che intonano antiche ballate con la chitarra; tutti vestono in abiti tradizionali andalusi e durante questo evento si tengono anche le corride, con i più famosi toreri. Al calar della sera poi, si passa di caseta in caseta, fermandosi a mangiare, a bere, a conoscersi, a chiacchierare; si assiste agli spettacoli di danze o vi si partecipa, fino alle prime ore del mattino, catapultati nel passato della tradizione Andalusa.

 

 

 

 

 

 

 

Informazioni

 

 

 

Ufficio del Turismo Spagnolo: www.turismospagnolo.it
Consorcio de Turismo de Sevilla: www.turismo.sevilla.org
www.tussam.es (è possibile scaricare orari e itinerari autobus cittadini)
www.sevillacard.es


TrenoBlu 2010!

Torna alla sua 17ª edizione, il “TrenoBlu” e i “Treni dei sapori” per scoprire la Lombardia fuoriporta tra natura, arte e feste enogastronomiche, comodamente seduti in treno, viaggiando lungo la linea turistica Bergamo – Palazzolo sull’Oglio – Paratico Sarnico. Il programma 2010, al via il prossimo 7 marzo fino a dicembre, prevede numerose iniziative, molte delle quali comprensive di escursioni in battello sul lago d’Iseo e pranzo tipico, in ristorante o a bordo, con anche la possibilità di trasporto biciclette.

CALENDARIO 2010

Per ulteriori informazioni:
www.ferrovieturistiche.it
FBS – Ferrovia del Basso Sebino
Tel. 030 7402851 – 338 8577210 Sig. Cinquini Silvio
e-mail:
trenoblu@ferrovieturistiche.it

Foto: ferrovieturistiche.it

CRONACHE DALLA POLINESIA : intervista a Michele Salvatore !

 

michele salvatore, polinesia

Voglio inaugurare questo blog pubblicando una delle più belle interviste che abbia mai fatto o per meglio dire una vera e propria “chiacchierata”, quella con un viaggiatore doc Michele Salvatore, conosciuto grazie agli amici di turistipercaso.it

Quando e come sei arrivato in Polinesia e perché la Polinesia ?
«La mia storia è strettamente legata alla mia barca il Gulliver quindi a volte Michele e il Gulliver diventano la stessa cosa. Il Gulliver, una vecchia signora svedese, alla quale non daresti mai 36 anni e  due giri del mondo abbondanti. Gli ospiti che salgono a bordo ne restano sempre sorpresi e affascinati. Una barca costruita come una volta: solida, marina, elegante, calda e accogliente. Un Hallberg Rassy 41, il numero 47 dei 74 costruiti dal cantiere. Poco più di 10 anni or sono è partito dall’ Elba per un giro del mondo o per meglio dire, stare in giro per il mondo. Leggi tutto “CRONACHE DALLA POLINESIA : intervista a Michele Salvatore !”