L’ estate della paura – Dan Simmons

Lestate-della-paura-Dan-Simmons-Summer-Of-Night

Dopo IT di Stephen King, L’estate della paura di Dan Simmons, è il più bel romanzo horror di “formazione”, scritto negli anni ’90, per alcuni versi simile al capolavoro del Re.

Copertina dell'edizione Interno Giallo Mondadori
Copertina dell’edizione Interno Giallo Mondadori

Pubblicato per la prima volta in Italia nel 1994, per la collana Interno Giallo Mondadori, per molti anni è stato ingiustamente introvabile, fino alla recente ristampa nel 2006 da parte della Gargoyle Books, che finalmente l’ha riportato nelle nostre librerie, con una traduzione rinnovata e integrale rispetto all’originale.

Siamo nel 1960 ad Elm Haven, una piccola cittadina di campagna dell’ Illinois. È estate, la scuola è finita e 5 ragazzini di 12 anni, Mike, Duane, Dale, Harlen e Kevin, si preparano a vivere le loro vacanze con quella spensieratezza e quel senso dell’amicizia che solo a quell’età di può avere. Ma, fra i giochi in mezzo ai campi di grano assolati e le allegre corse in bicicletta, qualcosa si nasconde in agguato ed è proprio la Old Central School, l’antico edificio scolastico della città, l’epicentro degli orrori. Toccherà proprio ai 5 amici, visto che gli adulti sembrano rifiutare o non capire cosa stia succedendo, indagare sulla natura di quell’incubo tremendo e affrontare il mostro che da sempre si nasconde nella loro realtà.

Romanzo carico di tensione, per nulla infantile (anzi…), che rievoca nel lettore le emozioni e le sensazioni dell’infanzia che si appresta a finire, per lasciare il posto ai turbamenti del periodo adolescenziale e sarà proprio la lotta contro il male a segnare per i 5 ragazzi, questo fondamentale passaggio.

Rispondi