VULCÕES NAPOLITANOS | VULCANI NAPOLETANI

Grande eruzione di cenere accaduta al 19 giugno del 1794 in Napoli con la processione dell'Immacolata - Alessandro d'Anna, XIX sec.
Grande eruzione di cenere accaduta al 19 giugno del 1794 in Napoli con la processione dell’Immacolata – Alessandro d’Anna

Ormai è un dato di fatto che Napoli è più apprezzata all’estero che in Italia stessa, basti pensare al grandissimo evento organizzato recentemente da Dolce & Gabbana, che per festeggiare i 30 anni di attività, ha scelto la Città partenopea, con un tripudio di eventi, sfilate, musica, ospiti del calibro di Nicole Kidman, Madonna, Sofia Loren, Mariah Carey e molti altri ancora, ma che non è stato ritenuto sufficientemente importante dalle varie testate nazionali, a differenza di quelle estere.

Ormai è risaputo che in Italia con Napoli ci aprono i TG nazionali solo se è Gomorra, ed è per questo che in un recente viaggio in Portogallo, girando per le strade dell’elegante cittadina di Cascais, un tempo residenza estiva dei sovrani portoghesi, sono rimasta incredibilmente sorpresa alla vista di una mostra dal titolo VULCÕES NAPOLITANOS ovvero VULCANI NAPOLETANI, a dimostrazione di come la storia, la cultura e le bellezze partenopee sono apprezzate di più all’estero e paradossalmente anche più conosciute.

vulcani napoletani cascais

Organizzata dalla Fondazione Dom Luis I e promossa da vari enti quali il Comune di Cascais, nonché l’Ente nazionale del turismo portoghese, la mostra permette di ammirare una preziosa serie di oli, acquerelli e gouaches dei secoli XVIII e XX, tutti aventi come soggetto il Vesuvio in eruzione e la città di Napoli con il suo golfo e il suo popolo, rappresentata in quegli istanti così drammatici e intensi.

Scena al chiaro di luna, con eruzione del Vesuvio e popolazione in fuga. Adam Callender, 1791
Scena al chiaro di luna, con eruzione del Vesuvio e popolazione in fuga. Adam Callander, 1791.

Le opere esposte fanno parte della collezione artistica appartenuta a Duarte Maria Egas de Avillez Pinto Coelho, decoratore e collezionista d’arte portoghese nato a Cascais nel 1923 e morto nel 2010 in Spagna, che innamoratosi di Napoli, acquisto pitture anche di artisti minori, che la ritraevano in un tripudio di fuoco, terra e mare, affascinato dal fenomeno dell’eruzione vulcanica del Vesuvio.

Vulcoes

Queste pitture sono molto significative perché ci tramandano momenti storici di un fenomeno, quale l’eruzione del Vesuvio con le sue colate di lava, nubi, esplosioni e cenere il tutto in maniera molto fascinosa. L’evento vulcanico è dipinto come uno spettacolo. Non c’è paura. La popolazione prega, chiede l’aiuto di Dio oppure indica l’eruzione, ne parla, osserva la montagna, camminano ai bordi delle sue colate incandescenti, ma nessuno scappa. L’eruzione è dipinta con colori vivi, spesso sullo sfondo di un mare a volte al chiaro di luna.

La mostra, il cui ingresso è gratuito, è allestita presso Casa Duarte Pinto Coelho, nel bellissimo parco cittadino Marechal Carmona di Cascais.

Informazioni: www.fundacaodomluis.pt

Non guardare nell’abisso. Intervista a Massimo Polidoro.

“È una notte di luna piena. In un cimitero di campagna, una piccola processione guidata da un anziano sacerdote impaurito entra in una cripta. Ma non si tratta di un morboso rito esoterico: da una buca nascosta sotto l’altare riemergono mitragliatori, munizioni ed esplosivi. Un vero arsenale di guerra sepolto da chissà quanti anni.”

massimo polidoro non guardare oltre l'abisso

A un anno di distanza dall’esordio con Il Passato è una bestia feroce, Massimo Polidoro scrittore e giornalista, tra i maggiori esperti internazionali nel campo del mistero e della psicologia dell’insolito, torna con un nuovo romanzo thriller Non guardare nell’abisso. Protagonista è nuovamente il cronista Bruno Jordan.

Leggi tutto “Non guardare nell’abisso. Intervista a Massimo Polidoro.”

HO FREDDO |Intervista a Gianfranco Manfredi

ho freddo

“…Abigail era rosea, come se il sangue le circolasse ancora nelle vene. Il suo volto era persino più arrotondato di quanto fosse prima della morte. Il corpo, sotto la camiciola bianca, anziché rinsecchito, appariva gonfio e rilassato. Certo il petto non si sollevava al respiro, non il minimo alito filtrava dalle narici e dalle labbra leggermente dischiuse, e le mani risultavano gelide al tocco. Eppure, a guardarla, Abigail pareva placidamente addormentata…”.

È così che inizia Ho Freddo di Gianfranco Manfredi: una scena di esumazione, in un cimitero. Una giovane donna, morta da una ventina di giorni, presenta uno strano colorito roseo e un’aria quasi florida. Il padre, spaventato, le strappa il cuore dal petto… come a un vampiro… Ma attenzione non siamo nella cupa Transilvania, là dove il mito del vampiro sembra aver avuto origine, ma negli Stati Uniti, precisamente nel Rhode Island

Leggi tutto “HO FREDDO |Intervista a Gianfranco Manfredi”

IKEA presenta Glodande la nuova limited edition in collaborazione con Walter Van Beirendonck

glodande
Immagina un universo popolato da personaggi che sognano di migliorare il mondo. È l’universo di GLÖDANDE, una collezione in edizione limitata, disponibile negli store IKEA dal 10 giugno, sviluppata in collaborazione con lo stilista belga Walter Van Beirendonck.
La sua fervida immaginazione mescola colori, fantasie e stampe in maniera del tutto imprevedibile, dando vita a una collezione magica.
glodande
La collezione include tessuti, articoli di cartoleria, borse, tappeti, piatti, ciotole e cuscini, tutti ispirati al mondo dei Wondermooi, strani personaggi che abitano sulle nuvole da secoli, vivendo in perfetta armonia tra loro.
I personaggi sono KWADE TIJGER, il supereroe dei Wondermooi. Con la sua pelliccia tigrata e i muscoli possenti, tiene lontani i cattivi e protegge la felicità e la sicurezza del mondo delle nuvole. VLIEGMACHIEN è a volte coraggioso e a volte un po’ timido. È l’unico Wondermooi che non ha bisogno di un letto, perché dorme a testa in giù.  ROOD è la dea del sole e della luna.  Il piccolo e tenero SPIEGEL è la mascotte dei Wondermooi. Ha grandi piedi, ma quando cammina tra le nuvole non fa alcun rumore. Infine 1000G, che  ha occhi in ogni parte del corpo L’altruismo è la sua principale qualità.
Con GLÖDANDE, IKEA continua le sue collaborazioni con i più brillanti talenti creativi internazionali, unendo l’arte al design, il tutto low cost!

ARTS OF ITALY: OVS tra arte e moda

Arts of Italy è l’innovativo progetto di OVS che si propone di sensibilizzare alla tutela e alla valorizzazione delle bellezze artistiche del nostro paese. È un viaggio nel tempo alla scoperta dell’immenso patrimonio artistico e culturale italiano. Un obiettivo ambizioso che consente a OVS di rendere omaggio all’arte italiana meno conosciuta con una collezione in edizione limitata dal forte impatto visivo e devolvendo al contempo risorse finanziare per ridare nuova vita a monumenti dall’inestimabile valore storico. Leggi tutto “ARTS OF ITALY: OVS tra arte e moda”