RaccoNti RaccoLti di Paolo Cattaneo

“Il progetto RaccoNti RaccoLti, nasce perchè un sacco di gente mi lasciava racconti di tutti i generi… Un giorno uno di questi mi ha colpito (Salato come le bugie), l’ho illustrato, mi sono divertito cosi tanto a realizzarlo, che ho deciso di continuare con tutti i testi che mi illuminavano la mente (nelle pause “dell’Inferno”)”.
È da questa ispirazione che nasce il progetto RaccoNti RaccoLti, dell’artista bergamasco PAOLO CATTANEO che così come l’omonimo album dei Nomadi, riarrangia e reinterpreta celebri canzoni di artisti italiani, allo stesso modo CATTANEO riarrangia graficamente quanto di più intimo celano le parole dei racconti brevi di sconosciuti che egli volontariamente reinterpreta.
Visi, occhi, espressioni, particolari, colori, mostrano visivamente le sensazioni, le emozioni, gli stati d’animo racchiusi nei testi che l’artista decide di rappresentare e pubblicare poi in formati cartacei, mai standardizzati, ma sempre diversi. Due sono i RaccoNti RaccoLti già pubblicati e distribuiti, LUNEDÌ e VERITAS ritratti di figure umane inette, “stropicciate”, il cui unico luogo che colma la loro misera esistenza è un triste bar di provincia con i suoi fumi, i suoi sapori, suoni, odori, avvolti e racchiusi nelle immagini create da PAOLO CATTANEO.
In attesa invece di pubblicazione è il terzo numero SALATO COME LE BUGIE. I FUMATORI. Come i precedenti, il leit motiv è sempre un po’ un sottile sottofondo di tensione, in questo caso rappresentata da fumose, soffocanti e inquietanti figure umane o forse no…
Il progetto RaccoNti RaccoLti è sicuramente ambizioso così come tutti i progetti artistici di PAOLO CATTANEO, tra cui il più interessante (e immenso) è sicuramente la rappresentazione dei gironi Infernali danteschi che da anni sta studiando curando in attesa di una degna esposizione.

Nato nel 1976, Paolo Cattaneo vive e crea le sue opere a Ranica, in provincia di Bergamo. Dopo la scuola d’arte “Andrea Fantoni” di Bergamo e un percorso accademico in Brera, inizia a “lavorare” con aerografi, pennelli, matite, ferro, legno, qualsiasi cosa stuzzichi la sua creatività, esponendo le sue creazioni in svariate sale espositive e locali di Bergamo e Brescia.

Per contattarlo: www.melcaf.com


Rispondi