Consigli di lettura: Ritorno a Granada – Victoria Hislop

107389-HislopRITORNOAGRANADA300dpi-285x397Storia, amore, passione, violenza, musica, c’è tutto in questo stupendo romanzo di Victoria Hislop, ambientato in una Granada narrata tra presente e passato.
Questa è la storia di Sonia Cameron, trent’anni, sposata con un uomo noioso e arido. Di origini spagnole da parte della madre, di cui è rimasta orfana piccolissima, Sonia vive a Londra assuefatta in un matrimonio che la soffoca e la annulla. Decisa a prendere in mano la sua esistenza, parte con Maggie, l’amica folle di sempre, per Granada animata dal desiderio di imparare il flamenco e allontanarsi dalla sua esistenza grigia.
Sarà tra i vicoli dell’antica città araba, all’ombra dell’Alhambra che Sonia, in un vecchio caffè, ritroverà le sue origini: una foto di un’intensa ballerina di flamenco, che misteriosamente e inspiegabilmente la attrae e la narrazione dell’anziano proprietario del locale, Miguel, la catapulteranno tra le pagine più tragiche della storia spagnola, scoprendo la vera storia della sua famiglia, quella di sua madre…

Scarica l’estratto di lettura: clicca QUI

SOROLLA. GIARDINI DI LUCE.

A chi ha nostalgia dei colori e dei profumi dell’Andalusia o a chi non ha avuto la fortuna di vederli e sentirli, ma li sogna, consiglio la bellissima mostra “Sorolla. Giardini di luce”, in programma a Ferrara – Palazzo dei Diamanti, fino al 17 giugno 2012.
02 Per la prima volta in Italia vengono esposte le opere di Joaquín Sorolla (1863–1923), straordinario interprete della pittura spagnola moderna.
Esponente di spicco della Belle Epoque, Sorolla è oggi considerato una delle personalità più affascinanti del panorama artistico spagnolo in quel periodo cruciale, tra Ottocento e Novecento, segnato dalla diffusione delle poetiche impressioniste e simboliste.

L’appuntamento ferrarese si concentra su un momento cruciale della parabola creativa del pittore valenciano: gli anni della piena maturità e, in particolare, le opere nate dalla fascinazione per il tema del giardino e dall’incontro con l’Andalusia.

In Andalusia il pittore 03 soggiorna per un decennio dal 1908 e la mostra ricostruisce proprio le tappe dell’incontro con quella terra e con quella cultura millenaria, attraverso le visioni pittoriche della Sierra Nevada e dei patii islamici dell’Alhambra di Granada e dell’Alcázar di Siviglia, come dimostra la straordinaria serie di dipinti che l’artista dedica a questi temi.

In queste composizioni le architetture vegetali, i marmi, le ceramiche, le fontane, la luce e i colori danno vita a una polifonia sensoriale ricca di risonanze. Il pennello dell’artista si sofferma sui riflessi dell’acqua, sulla luce che sembra dissolvere le geometrie architettoniche e sul mosaico cromatico dei giardini, protagonisti di una pittura che ci trascina in atmosfere  e luoghi carichi di mistero e silenzio.

Info: http://www.palazzodiamanti.it

01 – Patio de Comares, Alhambra, Granada, 1917

Olio su tela, cm 84,5 x 106,5

Madrid, Museo Sorolla

Inv. 1150

© Fundación Museo Sorolla
02 – Patio de Doña Juana, Alhambra, Granada, 1910

Olio su tela, cm 105 x 81

Collezione privata

03 – Angolo della Galleria delle grottesche, Alcázar di Siviglia, 1910

Olio su tela, cm 95 x 64

Madrid, Museo Sorolla

Inv. 852

© Fundación Museo Sorolla